Menu
Come bloccare lo Spam Referral di Google Analytics

Come bloccare lo Spam Referral di Google Analytics

La settimana scorsa ho detto basta! Non voglio più avere le mie belle statistiche di Google Analytics inquinate dagli Spam Referral.

Ma cosa sono gli Spam Referral? Come prima cosa sono una rottura di scatole per noi e, detto brevemente, sono delle astuzie che alcuni siti utilizzano per un proprio tornaconto andando ad inquinare le statistiche di Google Analytics con lo scopo di acquisire visibilità o, in alcuni casi, a indurci a visitarne il sito (che potrebbe anche appiopparci qualche virus). 

Se tu usi Google Analytics per monitorare le statistiche del tuo sito ti sarà già capitato o potrebbe capitarti di aver consultato il report sui Referral in 

Rapporti  Acquisizione  Tutto il Traffico  Referral.


Lista ReferralSe aprite il vostro Report sui Referral potreste trovarvi in una situazione del genere come mostrata nell'immagine.
Noterete subito delle Sorgenti di siti dai nomi più strani e la cosa più deprimente è vedere la frequenza di rimbalzo al 100%, accompagnato dalla durata media per sessione uguale a zero.

Tutti questi Referral in sostanza influiscono sulla lettura delle statistiche, mostrandoci dei valori medi errati.

Questo è un problema che non riguarda nello specifico il nostro sito web ma la piattaforma di Google Analytics. Google stesso è al corrente di questa problematica e Adam Singer di Google Analytics, nel luglio di quest'anno, ha confermato che si rendono che questo Spam Referral è un problema molto sentito specialmente da chi si occupa di marketing e che stanno lavorando per risolverlo. Aggiunge anche che sarà una soluzione messa a punto da Google stessa e che sarà un aggiornamento a livello generale, ma non ha specificato quando sarebbe disponibile.

E nel frattempo? Possiamo autonomamente procedere con alcuni interventi per filtrare questi Spam Referral.
Esistono diversi modi per intervenire e bloccare questi Referral, in questo articolo ne vedremo uno (il più semplice).

Come prima operazione ci collegheremo al nostro Google Analytics e prendiamo visione delle Sorgenti di Spam Referral, come indicato poco sopra, e facciamo un elenco dei siti che riteniamo visite "fantasma" ovvero le visite generate dai Referral "sporchi", prendendo nota degli URL.

Crea VistaIl secondo passo che andremo a fare sarà quello di creare dei filtri per escluderli dalle nostre statistiche e non intaccare il report attuale con i dati già presenti, andremo a creare una Nuova Vista che ci mostrerà il nuovi Report escludendo gli Spam Referral.
Per creare una Nuova Vista occorre spostarci nel pannello Amministrazione di Google Analytics e apriamo il menu a tendina della terza colonna (Vista) scegliendo Crea nuova vista.

Creazione Lista

Nella creazione della nuova vista assegneremo un nome per identificarla e sceglieremo il nostro fuso orario.

Compilati i campi richiesti cliccheremo sul pulsante Crea vista.

Questa è un'operazione preliminare che ci consentirà di applicare i nuovi filtri solo alla vista appena creata senza modificare quella predefinita.

Dopo aver creato la nostra nuova vista, sempre dal pannello di Amministrazione nella terza colonna andremo a scegliere dal menu a tendina la vista appena creata, e tra le voci di menu clicchiamo su Filtri.

Filtri

 

 

 

 

 

 

 

 

Filtro

Dalla nuova finestra che verrà visualizzata cliccheremo sul Pulsante rosso Aggiungi Filtro, e andremo a compilare i campi richiesti.

 

 

 

Pattern Filtri

In particolare: selezioniamo Crea nuovo Filtro, assegniamo un Nome al Filtro e come tipo di filtro Personalizzato.

Poiché dobbiamo eliminare i Referral Spam sceglieremo  Escludi e come Campo Filtro  Sorgente campagna.

 

 

 

Espressioni Regolari

Nella casella di testo Pattern Filtro andremo ad inserire tutti gli URL dei siti Referral che intendiamo a bloccare, per fare questo utilizzeremo delle espressioni regolari (brutta parola), che avranno la seguente struttura.

Indirizzo URL (senza www) dove faremo precedere ciascun punto (.), presente nell'URL, da una barra di escape (\) e separeremo ciascun URL da un pipe (|), ad esempio: dominio1\.it|dominio2\.com 

Se dopo qualche settimana di monitoraggio dovesse essere individuato un nuovo Spam Referral possiamo creare un nuovo Filtro seguendo la procedura sopra descritta o modificare uno esistente.

Per comodità vi riporto il Pattern Filtro di due filtri che ho utilizzato in alcuni siti:

Filtro 1:
rusexy\.xyz|black-friday\.ga|quit-smoking\.ga|santasgift\.ml|claim64704249\.copyrightclaims\.org|lsex\.xyz|cyber-monday\.ga|hosting-tracker\.com

Filtro 2:
claim55858564\.copyrightclaims\.org|snip\.to|get-your-social-buttons\.info|site35421307\.snip\.to|get-free-social-traffic\.com|adf\.ly

Verifica Filtro

In fondo al modulo di creazione del Filtro, abbiamo la possibilità di verificare il filtro, tramite l'apposito link Verifica Filtro.

Cliccando su di esso vedremo su quali domini è stato applicato il filtro.

Nota:
Il report così creato filtrerà gli Spam Referral mostrando delle statistiche più pulite, a partire dalla data di creazione del filtro, pertanto potrebbero essere ancora visualizzati vecchi Referral se si imposta una data precedente da mostrare.

Per concludere è opportuno monitorare frequentemente il report per apportare aggiornamenti aggiungendo eventuali domini da bloccare.

Se vuoi puoi commentare qui sotto, sarà mia premura rispondere a tutti.

Se ti è piaciuto aiutami a condividere l'articolo

Ultima modifica il %PM, %15 %674 %2015 %16:%Dic
Vota questo articolo
(0 Voti)