Menu
SEF in Joomla!

SEF in Joomla!

Alla fine di luglio 2015 avevo scritto un post su SEF in WordPress in cui fornivo una breve panoramica sul plugin più utilizzato con quel CMS.

Oggi vorrei illustrare un componente utilizzato in Joomla! per la gestione degli URL SEF, ma prima di procedere è utile spiegare perchè utilizzare un componente simile per la gestione degli URL SEF.

Nell'utilizzo di CMS per la gestione di contenuti dinamici, sembra essere una conseguenza normale la generazione di URL duplicati, vuoi per un titolo identico ma a maggior ragione, utilizzando un qualsiasi CMS (Joomla! WordPress ecc.), vengono generati degli URL duplicati, ovvero diversi URL che puntano allo stesso contenuto.

Con l'utilizzo dei CMS questi "doppioni" si generano automaticamente, basti pensare ai link che vengono generati nella paginazione degli articoli, oppure ai link del pulsante stampa o crea PDF o al tipo di dominio predefinito (con o senza www, ad esempio www.nomesito.it oppure nomesito.it), all'attribuzione dello stesso articolo a più categorie/sezioni del sito. O altresì possono essere generati anche da altri parametri, come ad esempio: ID di prodotti, ID articolo o ID post ecc., questi ID sono dei numeri che di solito vengono aggiunti in coda agli URL, che di fatto generano una nuova pagina con gli stessi contenuti. Leggi questo articolo su Google o se preferisci approfondire questo articolo specifico di Google sugli URL canonici.

Qualsiasi sia il percorso che genera la duplicazione degli URL è bene sapere che Google non digerisce bene i duplicati e potrebbe penalizzare il vostro sito durante la ricerca sul suo motore.

Senza addentrarmi sugli aspetti tecnici vediamo come è possibile gestire questi URL con un componente Joomla! sviluppato appositamente.

Il nome del componente è AceSEF sviluppato da Joomace, una società del settore IT (SEO, Web design ecc.) nata nel 2002 con sede in Turchia, ma dal 2009 si è dedicata esclusivamente allo sviluppo di estensioni per Joomla!. AceSEF è stata una tra le prime estensioni da loro sviluppata e nella quale c'è anche il mio forte contributo per la localizzazione in italiano.

L'installazione del componente AceSEF avviene nel classico modo tramite Estensioni -> Gestione estensioni ->Installa.

Vediamo le funzionalià di base del componente. 

PannelloAceSEFIl Pannello di Controllo si presenta graficamente molto pulito, senza tanti fronzoli. Le voci del menu oltre ad essere elencate nella parte top del Pannello sono riportate visivamente con delle icone (Quick Icons).


Nella parte destra sono riportati dei comodi riepiloghi che ci consentono di avere a portata di mano:

  • Lo stato di aggiornamento del componente.
  • Lo stato SEF, che ci fornisce una rapida visualizzazione dei parametri del Server, lo stato di abilitazione del componente e lo stato di Joomla! (SEF Url, mod_rewrite ecc.).
  • Estensioni specifiche di AceSEF abilitate e versioni.
  • Statistiche del componente: Sef Url, Metadata, Link interni ecc.

La configurazione non richiede particolari attenzioni.

ConfigurazioneCliccando sulla voce Configurazione (o sull'icona relativa) si apre la pagina, dove nella scheda principale, occorre essenzialmente abilitare il componente AceSEF e digitare l'eventuale Download-ID per eseguire gli aggiornamenti automatici. 

Nella parte destra è possibile personalizzare la pagina 404, con il proprio testo e altro.

I più esperti potranno personalizzare anche la Cache, potendo così aumentare la velocità del sito.

La scheda URL ci consente di definire altri parametri, tra cui il suffisso URL (es: .html) e i Reindirizzamenti 301 del nome dominio (con o senza www).

SchedaUrl

Oltre a queste ci sono altre schede per la configurazione di:

  • Metadata
  • Sitemap
  • Tag
  • Link Interni
  • Social Bookmarks
  • Interfaccia utente

Scheda Url2

Un approfondimento di queste schede e in generale sulla configurazione completa del componente sarà oggetto di un prossimo articolo. Per il momento desideravo soffermarmi sull'aspetto SEF/SEO e mostrarvi come intervenire per gestire gli URL duplicati.

Selezionando la voce di menu SEF URL (o la relativa icona), si aprirà una pagina che in una vista tabellare ci mostra tutti gli URL Reali con i relativi SEF URL riscritti dal componente.

Sef Url

In questa vista il componente mette in evidenza (in rosso) gli URL duplicati, ovvero gli URL che puntano allo stesso contenuto.

A questo punto cliccando su uno dei pulsanti a forma di stella relativo a uno dei link evidenziati in rosso avremo la possibilità di definire quale URL duplicato vogliamo considerare predefinito.

 

SefUrl 2

La stessa scelta può essere eseguita cliccando su uno dei link evidenziato in rosso che aprirà un popup che elenccherà gli URL reali duplicati dandoci la possibilità di scegliere tra questi quello di nostro gradimento, semplicemente cliccando su uno dei due pulsanti a forma di stella e chiudendo successivamente il popup.

In tutti e due i casi vedremo che l'icona a forma di stella dell'URL che abbiamo scelto come predefinito sarà colorata interamente di color giallo ocra, mentre gli altri URL lo saranno parzialmente.

Una funzionalità molto interessante del componente sono la gestione dei Metadata.

Scegliendo quindi la voce del menu Metadata (o la relativa icona), verrà aperta una pagina ci darà una visione completa di tutti i SEF URL e i relativi URL Reali integrandoli con i Metatag: Titolo, Descrizione e Parole chiave, consentendoci di apportare modifiche globali a tutti i contenuti.

Metadata

Inoltre è visibile un alert (triangolo di pericolo giallo), che ci indicherà se manca il Titolo, la Descrizione e le Parole chiave, fornendoci anche il numero di caratteri disponibili.

Da notare che nell'elenco delle parole chiave possono essere presenti articoli, avverbi, aggettivi, non utili che è possibile correggere direttamente senza aprire singolarmente ciascun articolo.

Per ovviare il ripetersi di queste situazioni vi è la possibilità di includere tutti gli avverbi, aggettivi ecc. non utili in Configurazione utilizzando la scheda Metadata e aggiungendo i vari termini nell'area di testo Blacklist della sezione metadata automatici: Parole Chiave, separando ogni parola con una virgola.

Personalmente consiglio l'uso di un componente per la gestione dei SEF URL, come AceSEF, specialmente se si ha poco tempo e non si vuole perderne per gestire tutto manualmente.

Configurazione Metadata

Oggi abbiamo visto solo una parte delle potenzialità di questo componente, ma non temete ho messo in programma un tutorial completo che vi spiegherà passo dopo passo come configurarlo per ottenere dei risultati efficaci.
In fondo a questo articolo trovi il mio file della lingua italiana. Mentre per il componente lo puoi scaricare dal sito Joomace

Se ti è piaciuto aiutami a condividere l'articolo

Ultima modifica il Martedì, 08 Settembre 2015 11:23
Vota questo articolo
(0 Voti)